giovedì 18 agosto 2016

CONSIGLI DI LETTURA: "PADRONE DEL DESIDERIO" DI GERALDINE BROOKS. PER CAPIRE IL RUOLO DELLE DONNE NELL'ISLAM


Geraldine Brooks è giornalista e narratrice (un suo romanzo è stato premiato col Pulitzer).

Qualche anno fa (1998) ha pubblicato "Padrone del desiderio", sul ruolo delle donne nel'Islam.

Si tratta di un reportage, di gradevolissima lettura, per comprendere quanto agli occhi degli occidentali appare spesso incomprensibile.

E' un libro che dopo quasi vent'anni non ha perso nulla della sua attualità.




lunedì 15 agosto 2016

ANCORA SUL TEMA DI POLIGAMIA E DIRITTI


Torniamo sul tema scottante della poligamia come (eventuale) diritto.

Al di là delle facili battute (celebre quella di Winston Churchill: "Non è necessario inasprire le pene per la bigamia. Un bigamo ha due suocere: come punizione mi pare sufficiente") il tema è delicato, perché prevede di camminare su quel confine sottile tra la violazione dei diritti delle donne e la loro libertà di scelta (ovviamente se non vi sia costrizione).

Dal punto di vista giuridico proponiamo un approfondito saggio di Nicola Colaianni; potete leggerlo cliccando qui 

mercoledì 10 agosto 2016

AMARTYA SEN E I DIRITTI COME CAPACITA'

Amartya Sen

Amartya Sen, economista premiato col Nobel nel 1998, professore ad Harvard, ha sviluppato l'idea che occorra passare da una enunciazione dei diritti a una loro effettiva realizzazione (capacità), affinché si possa parlare davvero di diritti.

L'idea è illustrata in questo documento

martedì 9 agosto 2016

E LA POLIGAMIA E' UN DIRITTO?




Sapendo in anticipo che questo scatenerà un dibattito anche acceso, oggi poniamo la questione: la poligamia può essere un diritto?

Trattandosi di una scelta religiosa, potrebbe sembrare di sì.

Ma che dire della violazione (secondo alcuni evidente, vista la asimmetria maschio-femmina) dei diritti delle donne?

E se le donne sono consenzienti?

Questi e altri punti di vista qui e qui

Fonti: linkiesta.it; corriere.it


lunedì 8 agosto 2016

LE TAPPE DELLE CONQUISTE DEI DIRITTI LGBT IN DANIMARCA



La Danimarca è forse il paese più avanzato del mondo in termini di riconoscimenti dei diritti degli omosessuali.

Basti pensare che la depenalizzazione del reato di omosessualità risale al 1933.

E che ben il 79% dei danesi è oggi d'accordo con le leggi sui matrimoni omosessuali.

Per una breve storia delle conquiste dei diritti LGBT in Danimarca clicca qui

Fonte: gay.it



domenica 7 agosto 2016

PER NON DIMENTICARE: IL VIDEOTESTAMENTO BIOLOGICO DI PAOLO RAVASIN




Paolo Ravasin è morto l'8 febbraio 2014, dopo quindici anni di sofferenze legate alla SLA.

Ma lo ricordiamo per il suo gesto coraggioso, il videotestamento biologico affidato alla rete il 20 luglio 2008.

Per ricordare Paolo, e i tanti come lui che chiedevano e continuano a chiedere libertà di scelta sul fine vita.


sabato 6 agosto 2016

COSA PENSANO I GIOVANI EUROPEI SUGLI IMMIGRATI: GLI ITALIANI I PIU' TOLLERANTI MA ANCHE I PIU' SPAVENTATI



Il Corriere della Sera ha pubblicato un'indagine dell'Istituto Toniolo sul pensiero dei giovani italiani (ma anche francesi, britannici, spagnoli, tedeschi e polacchi) riguardo agli immigrati.

Gli italiani risultano i più aperti e tolleranti, ma anche i più spaventati.

Per vedere l'esito dell'indagine clicca qui

Fonte: corriere.it